lunedì 28 novembre 2011

eccomi qui

...a scrivere da un fisso che mi ricorda il mio commodore 64...
daniele ha dato il mio cappuccino al mio bellissimo portatile.. non so cosa è successo, il latte era pure senza lattosio.. ma lui è morto sul colpo.. beh, almeno non ha sofferto..
e da lì.. disperazione!!!
che faccio quando pietro non c'è e daniele dorme??
beh, devo dire.. finalmente ho sistemato quelle carte che stavano lì da tanto tempo e ogni volta che passavo promettevo che lo avrei fatto domani!
in questi giorni nessuna novità, a parte che novembre è un mese che mi svena per i compleanni.. il 21 mia suocera, il 25 mio cognato, il 26 mio fratello e il 28, cioè oggi, mia nonna..
e intanto il ranocchio ha inserito la pappa serale.. mangia che è una meraviglia..
e poi abbiamo inserito la crema multicereali, la pastina, lo yogurt, i frullati, i succhi e i biscotti plasmon..
insomma mangia come un porcellino!
e poi che c'è di nuovo?
mi sono comprata degli orecchini troppo belli, un nuovo paio di scarpe..
e con questo mi pare di aver detto tutto..
con le novità ho finito.. ma di vecchio di sicuro c'è sta tastiera!

martedì 15 novembre 2011

oggi, dopo due giorni che non uscivo, mio marito aveva voglia di finire i lavori a casa.. eh no! gli ho detto io, stamattina usciamo!
siamo andati al vivaio a prendere i ciclamini e le violette per mettere davanti casa.
poi siamo passati da mia cognata a vedere la mia nipotina com'è cresciuta.. erano 10 giorni che non la vedevo.. ma la becchiamo sempre a dormire..e quindi niente..
e infine siamo andati a fare la spesa..
in tutto ciò ci ho guadagnato una rottura per stasera, io che pensavo di scamparmela con una frittata..
al supermercato mio marito s'è fatto venir voglia si sformato di patate.. e così sto qui, con la mortadella e il prosciutto da tagliare a pezzettini e le patate da lessare e pelare..
forse forse era meglio se stamattina stavo a casa e oggi pomeriggio me ne uscivo solo col mio ometto..

lunedì 14 novembre 2011

quando si dice "è meglio non fare programmi"

per lo scorso week end avevamo programmato tutto nei dettagli, sabato pietro è andato a pranzo a casa di una collega e io sono stata dai miei, un giretto con mia madre, un pò di shopping e alle 21 a letto..
per la domenica invece avevamo in programma di passare la mattinata a sistemare un pò casa, a mettere le cornici di legno sugli archi, a togliere la siepe davanti casa, a sistemare il lampadario in camera di daniele.. e fin qui tutto ok..
nel pomeriggio dovevamo andare a prendere i fiori per fare un'aiuola al posto della siepe e fare un giro al nuovo centro commerciale aperto il 5 novembre.
così pranziamo, daniele si addormenta e io ne approfitto per fare un bagno che duri più di 5 minuti.. poi asciugo i capelli, piastra e daniele si sveglia..
lo allatto e dico e mentre dico a mio marito: tu intanto vai a prepararti, che poi tieni daniele e mi preparo io, gli squilla il telefono, era suo fratello, la madre ha di nuovo avuto un attacco epilettico, la stanno andando a prendere in ambulanza..
quindi io rimango con daniele attaccato alla tetta e lui si precipita in ospedale..
è rimasto lì tutto il pomeriggio, a mia suocera hanno fatto una tac, è il terzo episodio negli ultimi 2 anni, ha un problema ad una vena che sfiora il nervo ottico e proabilmente è da questo che scaturisce tutto.
la cura sarebbe un intervento abbastanza delicato che lei si rifiuta di fare, l'alternativa sarebbero delle punture di botulino da ripetere ogni 6-7 mesi.
aveva già appuntamento con il neurochirurgo per domani, ma non ha fatto in tempo.
nel tardo pomeriggio la dimettono, con una terapia nuova..
e pietro torna a casa per le 19..
speriamo riesca a risolvere questa cosa, perchè stiamo sempre tutti in allerta, con la paura che possa ricapitare..
e nel frattempo, per sdrammatizzare un pò concludo dicendo che.. per una volta che avevo convinto pietro a prendersi cura della casa... non è deestino..

martedì 8 novembre 2011

piccole pesti crescono

daniele sta diventando una vera peste, lo metti sul divano, con un cuscino sotto e lui spinge sugli addominali e riesce a mettersi seduto.. peccato che poi non sappia rimanerci!
se lo prendi in braccio comincia a dondolarsi, perchè la nonna, tutta orgogliosa, gli ha insegnato questo gioco..
se provi a mettergli le calzine sul letto ti ritrovi il suo sedere in faccia.. e ovviamente lo riempio di baci.. tutti quei buchi di ciccia.. che meraviglia!!
domenica io e pietro al bar, daniele in braccio a lui, perchè nel passeggino non vede bene, questo secondo lui.. due caffè, il mio rigorosamente decaffeinato, se no daniele col cavolo che dorme..
la peste prima ha buttato tutti gli inviti di una discoteca a terra, e io che mi ero messa pure i tacchi quel giorno, piegata a raccoglierli..li allontano e la sua attenzione si volge all'alzatina con le bustine di zucchero, tolgo anche quelle, stavolta prima che faccia una strage..
non contento afferra la tazzina del padre.. vabbè, abbiamo finito di bere, andiamo via.. lo mettiamo nel passeggino, e prima di uscire dal bar, afferra il giornale sul tavolo.. per fortuna che ha la copertina plastificata.. il suo gioco preferito da sempre è strappare i fogli di carta.. sai che bello che diventava quel giornale!!

mercoledì 2 novembre 2011

quello che le donne non dicono

oggi caro blog sarai il mio diario.. spero che in pochi leggeranno questo post, perchè molto probabilmente me ne vergognerò tanto!!
sto qui di fronte al pc, fuori è già notte, devo iniziare a pensare a cosa preparare per cena e non ho la minima voglia di mettermi ai fornelli, ma sto senza macchina e quindi nemmeno posso uscire a prendere due etti di affettato..
addosso mi sento una sorta di angoscia, non so da cosa derivi, un senso di insoddisfazione immotivato, non so.. sarà che oggi non sono uscita nemmeno un minuto, sarà che è da 2 ore che continuo a mangiare gallette di riso, sarà che domani ho l'appuntamento dalla parrucchiera.. dopo 7 mesi che non ci vado, e non ne ho la minima voglia..
boh.. pietro dice che ho sempre la faccia incazzata e lui soffre a non vedermi mai felice..
ma non è così, questa è la mia faccia, do sempre l'impressione di avercela con tutti, ma in realtà si.. forse con qualcuno ce l'ho!
forse il ruolo di mamma e casalinga inizia a starmi stretto, forse è ora di tornare a lavoro, anche se al solo pensiero mi sento male, non voglio lasciare daniele per 9 ore, non ce la posso fare..
oh mio dio.. sto delirando.. inizio a preoccuparmi..
beh.. ho sputato fuori una serie di concetti che nemmeno a impegnarcisi tantissimo si riesce a collegarli..
però un pò mi sono sfogata!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...