mercoledì 2 novembre 2011

quello che le donne non dicono

oggi caro blog sarai il mio diario.. spero che in pochi leggeranno questo post, perchè molto probabilmente me ne vergognerò tanto!!
sto qui di fronte al pc, fuori è già notte, devo iniziare a pensare a cosa preparare per cena e non ho la minima voglia di mettermi ai fornelli, ma sto senza macchina e quindi nemmeno posso uscire a prendere due etti di affettato..
addosso mi sento una sorta di angoscia, non so da cosa derivi, un senso di insoddisfazione immotivato, non so.. sarà che oggi non sono uscita nemmeno un minuto, sarà che è da 2 ore che continuo a mangiare gallette di riso, sarà che domani ho l'appuntamento dalla parrucchiera.. dopo 7 mesi che non ci vado, e non ne ho la minima voglia..
boh.. pietro dice che ho sempre la faccia incazzata e lui soffre a non vedermi mai felice..
ma non è così, questa è la mia faccia, do sempre l'impressione di avercela con tutti, ma in realtà si.. forse con qualcuno ce l'ho!
forse il ruolo di mamma e casalinga inizia a starmi stretto, forse è ora di tornare a lavoro, anche se al solo pensiero mi sento male, non voglio lasciare daniele per 9 ore, non ce la posso fare..
oh mio dio.. sto delirando.. inizio a preoccuparmi..
beh.. ho sputato fuori una serie di concetti che nemmeno a impegnarcisi tantissimo si riesce a collegarli..
però un pò mi sono sfogata!!

2 commenti:

cuore_smarrito ha detto...

allo lo shopping dell'altro giorno è stato solo un pagliativo? io non so cosa voglia dire fare la mamma a tempo pieno. Non me lo sono potuto permettere e quando la mie bimbe (tutte e tre) hanno fatto il primo mese sono tornata a lavorare, mentre i primi 30 gg lavorato un giorno si e uno no... però quando mi capita di stare a casa per un ponte (come lunedi 31) mi illumino d'immenso e credimi quando ti dico che di questsa ultima bimba sarei tanto volentieri rimasta a casa a fare la mamma. Con il tempo magari avrei voluto tornare anche io a lavorare, ma tutto quello di cui tu godi di tuo figlio io me lo godo all'ora di pranzo e a cena quando poi cmq sono stanca morta e sono pure nervosa.... non lasciarti prendere da questa velata nostalgia perchè quando poi crescono, questi momenti li ricordo con una punta di dolore al cuore e rimpiangi i momenti che sono volati via e magari che nemmeno ti sei goduta.
laura

tania ha detto...

forse hai ragione... la realtà è che in questo periodo sono abbastanza lunatica.. alterno momenti di euforia a momenti in cui sono giù..
non sono abituata a stare così tanto in casa e dopo tanti anni adesso me la sto godendo un pò..però forse non ci sono abituata.
di sicuro sono felicissima di godermi questi attimi insieme a mio figlio, di vedere tutti i suoi progressi, però a volte mi sento un pò annullata..
ho sempre creduto che a potermelo permettere avrei fatto solo la mamma, ma mi devo ricredere..
poi però penso che febbraio, mese in cui tornerò a lavorare, è vicino, e allora passa tutto..
non so,ho l'umore altalenante..
forse la verità è che non mi va mai bene niente o che pretendo troppo da me stessa

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...