sabato 31 dicembre 2011

tempo di bilanci- ultimo post del 2011

oggi si chiude un anno meraviglioso della mia vita, duro, ma stupendo.. e per la prima volta non esco sconfitta dai bilanci che inevitabilmente faccio..
ho iniziato l'anno con un pancione da sesto mese e tanti scatoloni in giro per casa, il 3 gennaio ho fatto la morfologica e ho avuto la conferma del mio pisellino..
a fine gennaio col mio pancione sempre più grande ho caricato scatoloni, ho pulito per bene tutta la casa appena venduta e ci siamo trasferiti da mia madre.
lì mi sono riposata fisicamente, ma psicologicamente è dura rientrare nei ritmi di una famiglia con la quale non vivi più da 4 anni..
e intanto il pancione cresceva, e i lavori a casa nuova andavano avanti..
a metà aprile finalmente siamo arrivati qui e ormai ero più simile ad una mongolfiera che a una donna.. nonostante ciò per motivi che voglio dimenticare ci siamo ritrovati io e mio marito, da soli, a pulire casa, a disfare gli scatoloni, a lavare tutto, a sistemare ogni cosa.. e intanto preparavo la borsa per l'ospedale..
il 18 maggio è arrivato il mio piccolino, mi ha fatto soffrire un pò, del resto, del suo bel caratterino ce ne eravamo già accorti!
da lì ho solo bei ricordi, anche le notti insonni, anche il seno in fiamme, anche le sue coliche, anche quando non sono mai andata un giorno al mare, anche quando mio marito ha sempre lavorato tutto il giorno e certe volte dovevo aspettare lui per fare una doccia, anche quando non ho avuto nessuno con cui sfogarmi, anche quando le amiche si sono perse per strada.. è valso la pena tutto per questo esserino parlante e sgambettante che stanotte non m'ha fatto chiudere occhio!
per la prima volta posso dirmi veramente soddisfatta di questo anno che sta per finire.
buoni propositi? ne ho, certo, ma la costante della mia vita adesso è mio figlio, e questo mi basta.
ora mi rimangono due cose, che inizierò a risolvere già da gennaio..
finalmente martedì avrò l'appuntamento per questa benedetta luce pulsata, perchè non ce la faccio più, e il 31 gennaio avrò la visita dalla dietologa perchè non ne posso più di non rientrare nei miei jeans.
intanto, smesso l'allattamento sono tornate le mie emicranie da intolleranze alimentari.. che palle!!!


buon 2012 a tutti!!

mercoledì 28 dicembre 2011

una nuova tappa nella crescita di mio figlio

in questi giorni di festa si è divertito tanto tanto con tutti i giochi nuovi, una tenerezza a vederlo che si dondolava sul regalo di mamma e papà.
è proprio cresciuto!!
ormai è quasi un ometto, con enorme soddisfazione della sua mamma.
da qualche giorno però ho visto che beve veramente poco latte e così, dopo qualche riflessione ho deciso che basta tetta, si passa al biberon!
ieri mattina vado da io bimbo e prendo biberon nuovo, latte arificiale e ieri sera, prima di metterlo a letto facciamo la prova.. un disastro!!
stamattina ha bevuto il latte col cucchiaino...
che tenerezza che mi fa, lo vedo che mi cerca, e un pò dispiace anche a me, non so, è come se ora fosse diventato davvero un individuo a sè.
finora quel seno a colazione e prima della nanna creava una sorta di dipendenza, tanto sua quanto mia.
oggi invece un pò mi sento in colpa a chiudere i ponti con lui, un pò sono io che ho bisogno di quel contatto.. è come se sentissi di non essere più indispensabile per lui..
che sensazione strana!!
ma lo faccio per il suo bene.. ed è questo che conta!

venerdì 23 dicembre 2011

abdul karim

tra 2 giorni è natale e stanotte ho sognato abdul karim, il bimbo che ho adottato a distanza 2 anni fa..
stamattina mi porto dentro quello strano senso di non so che a guardare il mio albero pieno di regali per daniele, pacchi che lui nemmeno guarda, giochi che sbatterà a terra qualche volta e poi getterà nel dimenticatoio, e pensare a quel bimbo che non ha nemmeno l'acqua per fare una doccia per lavarsi.
mentre mio figlio ha una vaschetta fighetta con la paperella dentro, che segna la temperatura ideale, ha la spugna di mare naturale e ha il bagnoschiuma anallergico e biologico e nonostante tutto si dispera quando gli faccio il bagnetto.
lui non ha scarpe da indossare, mentre daniele ne ha 3 paia solo perchè non mi piacciono i jeans con sotto i calzini.
lui vive sotto una capanna fatta di fango, mentre mio figlio ha già la sua cameretta con tutti gli amichetti di winnie the pooh attaccati ai muri.
e poi penso che il mio un giorno forse andrà all'università perchè tanto mamma e papà sponsorizzano, magari non avrà voglia di lavorare e tanto per fare qualcosa darà quei 2 esami l'anno.. abdul non avrà mai questa possibilità..
e penso tanto e tanto altro.. e guardo mio figlio e penso che vorrei preservarlo da tutti i dolori e da tutti i torti del mondo.. e poi penso che tutti i bambini abbiano diritto di sognare..
ma a lui questo diritto un dio minore non l'ha mai dato.
ogni bambino ha diritto a vivere la sua innocenza, la sua spensieratezza, la sua ingenuità.. non è giusto che i bambini siano divisi in 2 categorie.
mandare quelle 30 euro al mese, oggi come oggi, sta diventando davvero difficile per me, anche se per alcuni possono sembrare pochi spiccioli..
però non me la sento di spezzare le sue speranze di un futuro migliore.
buon natale a tutti

mercoledì 21 dicembre 2011

giornata nataliziosa

ieri daniele ha avuto i suoi primi regalini di natale, dopo quelli nostri e dei miei genitori..
e ho capito davvero che un figlio conta molto più di te stessa... un collega di pietro, visto una sola volta, ha mandato un pacchettino con due body per daniele.. beh, se avesse regalato qualcosa a me non mi avrebbe resa tanto contenta...
poi sono venuti degli amici che domani vanno in belgio dai parenti e anche questi hanno portato un gioco per daniele, che lui ha molto apprezzato.. si, l'ha fatto cadere tipo 50000 volte, ma ora quello è il suo gioco preferito..
e intanto in casa l'albero era acceso, lo stereo diffondeva nell'aria le note di all i want for christmas is you, dal cd della prova del cuoco natalizio.. e daniele nel passeggino che ballava..
si, è questa la vita che volevo!
poi arriva la cuginetta.. dobbiamo fare le foto per il calendario da regalare ai nonni.. li mettiamo sulla penisola del divano, posiziono il cuscino dell'allattamento dietro, a mo di schienale.. un casino.. daniele che si eccita alla vista della macchinetta fotografica e comincia a dondolare e rotolare per prenderla, gabriella che si guarda intorno come per dire: cazzo vogliono questi da me?
ne abbiamo fatte tantissime, ma in una daniele si tirava troppo avanti, in una gabriella aveva gli occhi chiusi, e poi era scesa troppo, e poi daniele stava spernacchiando.. e per finire.. stremati.. tutti e due in lacrime.. che spettacolo!!! peccato che non funzionano le porte usb, altrimenti erano da vedere ste foto!
la nipotina era tutta fighetta con la tutina natalizia rossa, le calzine belline , rosse col fiocchettino sopra (vabbè, queste regalate dalla zia che al suo non può metterle), il mio col pantalone di velluto marrone e la maglia marrone..
-mettigli qualcosa di più colorato, non c'hai niente di rosso?
-aspè, mo vedo!
no, il body rosso è ancora umidiccio...
aaahhh, però c'ho una magliettina rossa, è per 6 mesi, gli andrà ancora, è un pò che non gliela metto, vado a prenderla!
gliela metto e sembra una salsiccia con la trippa.. troppo bello il mio amore!!
abbiamo rimandato a oggi pomeriggio il book fotografico.. e mi adeguerò anche sui vestiti..

però mi è proprio piaciuta questa giornata, nonostante non abbia messo piede fuori casa..

lunedì 19 dicembre 2011

e per fortuna che c'era la neve!!!

da venerdì le previsioni mettevano neve sugli appenini e pietro non vedeva l'ora di portare il piccoletto a fare le foto in montagna, nel giorno in cui compiva 7 mesi...
eravamo invitati a pranzo dai miei suoceri (che poi ho saputo che mio marito si era autoinvitato!!!) e quindi ci alziamo alle 7 insieme al ranocchio, bagnetto.. e per la prima volta ha giocato nella vaschetta (si si, starà nevicando di sicuro!).. siamo pronti.. usciamo, un caffè al volo da mia madre perchè dovevo riprendere il passeggino e partiamo direzione montagna.. iniziamo a salire, 800 metri niente, 1000 metri niente... a 1200 metri iniziamo a vedere un pò di ghiaccio bianco ai bordi delle strade dove non batte il sole.. e intanto daniele è più di un'ora che dorme..
piè, sai che c'è? rigiriamo va, che qua la neve manco a pagarla..
eh si, dovevamo andare ai prati (prati di tivo), là di sicuro ci stava la neve, qua (ceppo)è più basso!!
e vabbè..
intanto è nata benedetta, alla fine il cesareo lo hanno fatto venerdì e le era partito pure il travaglio a francesca... non vedo l'ora di vederla questa nuova principessa..

venerdì 16 dicembre 2011

ho perso la fede

stanotte è stata proprio una notte di merda! ieri sera avevo un mal di testa tremendo e alle 8 eravamo già a letto io e il piccolo, solo che non ne voleva sapere di dormire, voleva guardare la tv, anche se era spenta!! però poi ce l'ha fatta, son bastati cinque minuti di tetta ed è crollato.. e io insieme a lui.. non ho nemmeno sentito quando è tornato mio marito..
solo che poi mi son svegliata tremila volte, una perchè avevo sete, una perchè dovevo fare pipì, una perchè avevo mal di pancia.. e poi daniele alle 2 era affamato, alle 4 voleva mettersi seduto, alle 5 aveva perso il ciuccio..
alle sette mio marito si alza e io finalmente mi riaddormento.. salvo poi essere svegliata dopo meno di un'ora dal telefono: oh tà, non ho più la fede, vedi se è nel letto o nel lavandino del bagno di sotto.
eehh?? che cazzo stai dicendo?
vabbè, mi do una svegliata e cerco, niente..
lo chiamo per aggiornarlo e mi dice: vai a vedere dove avevo la macchina parcheggiata, magari mi è caduta mentre prendevo le chiavi dalla tasca.
e così mi infilo una tuta al volo, il mollettone in testa coi capelli spettinati e guardo ben bene l'alsfalto.. niente..
-che ti sei persa?
alzo lo sguardo, era la vicina..
niente, pietro si è perso la fede
chissà questa che s'immagina adesso? della serie che abbiamo avuto una mega litigata e lo ha buttato!!
niente di tutto ciò.
intanto torna pietro, guarda vicino alla stufa, guarda sotto il letto, guarda in cucina, in bagno e sotto il divano , niente.
vabbè, magari ti è caduta ieri a lavoro.
si può essere! adesso vado a vedere
aspetta, fammi andare a caricare la lavatrice, stai un attimo col bambino.
salgo in mansarda e sento urlare..arrivo col fiatone: che c'è???
l'ho trovata!! vedi, ieri sera mi sono lavato le mani e poi mi sono asciugato con questo strofinaccio..ed è rimasta qui.
meno male.. altri soldi adesso..meglio così.. che poi non è la stessa cosa, pure a ricomprarla..
era così contento che quel sorriso è stato una dichiarazione d'amore meravigliosa.. anche se mi ha svegliato e avrei voluto ammazzarlo!!!

mercoledì 14 dicembre 2011

stavolta non ci sono dubbi

è proprio lui...
è arrivato...
dopo quasi 16 mesi di assenza è tornato a farsi vivo..
mica mi eri mancato così tanto sai?
anzi, sono stata ben felice di non vederti per un pò!
una volta mi era sembrato di vederti arrivare, ma non era vero, oggi invece questo mal di pancia non mente...
ho chiamato mio marito mentre andava a lavoro e gli ho detto: amò, m'è tornato il ciclo, ecco perchè stamatt ina stavo così incazzata col mondo!
e lui: ah, ok.. oggi sei scusata.. e per gli altri giorni come la mettiamo?
marito stronzo!!!

martedì 13 dicembre 2011

in casa mia ci sono i fantasmi

come ho già detto io abito qui da aprile e già tempo fa avevo avuto questo dubbio..
succedeva che daniele, a 2 mesi, massimo 3, nella sua sdraietta, di punto in bianco si girava verso un punto preciso del corridoio, dove non c'era niente di particolare che potesse attirare la sua attenzione, guardava fisso e prendeva a ridere, come quando lo prendo in braccio e lo faccio volare..
ora, la situazione mi metteva un pò di ansia, ma se lo dicevo a mio marito, tra il baby blues e la visione dei fantasmi... un paio di settimane di t.s.o. non me le levava nessuno.
un giorno però, a letto, con noncuranza glielo sputai in faccia e la sua risposta fu: sai che ci fa pure in camera, fissa un punto dell'armadio... ci avevo pensato pure io, ma non te l'ho mai detto per non farti spaventare, visto che sei sempre da sola in casa..
lo raccontai a mia madre e subito: oddio, non ci stare a casa da sola, quando pietro non c'è vienitene da me.
ma dai!!! mica mi ammazza,anzi, fa divertire pure daniele!
poi per un pò non ho notato più niente, anche se tante volte ho la sensazione che qualcuno mi stia guardando.. ma di ciò incolpo la mia testa..
tutto ciò fino a stanotte.. quando, tutti e tre nel mondo dei sogni veniamo svegliati alle 2:19, dalle stufe a pellet (una al piano terra e una al primo piano)che si accendono, contemporaneamente.
che, voglio dire, ci sta che una l'abbiamo programmata per sbaglio a quell'ora assurda, e già è strano.. ma entrambe non è proprio possibile!!
e nemmeno che si siano accese con uno spiffero d'aria, c'è un pulsante on/off da premere per più di un secondo.
quindi adesso siamo quasi siamo convinti.. in casa siamo più di tre.

lunedì 12 dicembre 2011

errata corrige

la data del cesareo è stata spostata a sabato
intanto francesca ha perso il tappo... vediamo se benedetta resiste fino a sabato!

oggi il mio post è per te

oggi avevo tante cose da dire, è da un pò che non scrivo, quindi di cose da raccontare ce n'erano.. ma poi ho deciso di dedicare questo post alla mia amica...
vista la prima volta due anni e mezzo fa ad una cena tra colleghi di lavoro di mio marito... aveva una pancetta da sesto-settimo mese di gravidanza,è la moglie del capo-settore, io, timida come sono, me ne stavo in disparte e sentivo la sua voce provenire dal camino, si, era seduta lì.
e mi stava un pò sulle palle, la sentivo parlare di acido folico, di esami urine, di traslucenza, di morfologica, e che palleeeeee!!!!
e mica sei l'unica donna incinta sulla faccia della terra!!!
e oltretutto stai dicendo questa cose a quella povera donna che ascoltandoti starà soffrendo come un cane, visto che ha 40 anni e tre aborti alle spalle!
col tempo ho capito quanto sia bello parlare solo del bimbo che alberga nella tua pancia! quando trovi qualcuno che ti ascolta, insceni dei mo monologhi.. che ti frega del mondo? tu sei incinta!
poi una sera mio marito li invita a cena, il bambino ha quasi cinque mesi.. un amore, rideva sempre, lo prende in braccio persino pietro!
chiacchieriamo, chiacchieriamo e alla fine non era così antipatica.. anzi.. quasi quasi mi sta simpatica!
alle dieci e mezza vanno via, il bimbo è piccolo e loro devono tornare a chieti, ma passato il periodo di natale ci si rivede da loro per una pizza.
fino a che pietro torna da lavoro e mi dice: sai, roberto è andato in bagno e ha urinato un pò di sangue, stava spaventato! e noi a prenderlo in giro: attento che puoi morire! ma che sarà?
e io che sdrammatizzo sempre, ma che vuoi che sia, un pò di cistite.. ha bruciori?
no niente!
vabbè, andiamo da mio padre e vediamo che dice (infermiere che ha lavorato quasi 40 anni in urologia).
-quando non ci sono sintomi, urinare sangue non è un buon segno!
pietro chiama roberto: tumore al rene!il 23 gennaio a cesena glielo asportano!il rene!
e di colpo questa bella famigliola è distrutta!
asportano il rene e inizia la chemio, torna a casa e continuiamo a vederci, sta ragazza altro che antipatica, c'ha 2 palle così!
passano i mesi e roberto sta bene, intanto noi stiamo organizzando il matrimonio, voglio che tommaso, che non ha ancora un anno e che ancora non cammina bene, ci porti le fedi!
lei da lontano mi è stata più vicina di tante mezze persone che si sono rivelate tali proprio in quei momenti.
lei, con un bimbo piccolo a casa e un marito malato di tumore, riesce a fare tante di quelle cose che non sto qui a dire..
va tutto per il meglio, è stata solo una brutta parentesi..
roberto fa la tac per decidere se interrompere la terapia.. metastasi al polmone!
si ricomincia, questa volta il 21 febbraio asportano un pezzo di polmone!
e lei non ce la fa più, ha i genitori in puglia, è sola qui e io non posso fare tutto quello che lei meriterebbe, siamo lontane e non posso passare da lei anche solo per parlare...
intanto scopro di essere incinta, lei mi ha fatto il fiocco nascita, lei mi ha prenotato la morfologica dal dottor celentano a chieti, lei si ricorda ogni eco e mi chiama sempre.
lei che appena ho traslocato è venuta a trovarci, ha preteso di portare il cibo già pronto perchè io avevo il pancione e mi ero già stancata troppo.
è venuta e mi ha aiutato a pulire la mansarda, solo lei, quando tutto il mondo è rimasto comodamente a farsi i cazzi propri.. e mentre beviamo un caffè roberto dice: francesca ha 13 giorni di ritardo!
il giorno dopo mi chiama, ha fatto il test ed è negativo.
ci sentiamo dopo qualche giorno ancora, lei è spaventata, non è ancora uscita dal vortice che l'ha travolta!ha fatto le beta: milleetreequalcosa e io mi sento solo di dirle: vuol dire che è arrivato il momento di voltare pagina.
intanto roberto sta meglio, anche le macchiette intramuscolari sono s comparse, la bestia è sconfitta!
in casa loro si riprende a respirare un pò di serenità..
e oggi voglio mandare un abbraccio col cuore a questa donna stupenda, perchè domani arriva benedetta lucia.. e finalmente la famigliola felice può riprendere il proprio cammino!
l'ho capito col tempo e non avrò mai il coraggio dirtelo in faccia, ma meriti quello che c'è di più bello al mondo.

e forse non ci crederai, ma mentre scrivo sto piangendo...
ti voglio bene

venerdì 9 dicembre 2011

l'8 dicembre

ieri il giorno dell'immacolata diciamo che è stato decisamente diverso dagli altri anni.. primo perchè lo scorso anno avevo un accenno di pancia che mi guardavo ogni giorno allo specchio con i pantaloni calati a metà coscia, secondo perchè solitamente da che non vivo più coi miei faccio l'albero in questo giorno senza l'ansia di mia madre con la paletta pronta a raccogliere tutti gli aghetti che cadono, terzo perchè lo scorso anno l'albero non l'ho nemmeno fatto, a metà gennaio dovevo lasciare casa e già c'erano i pacchi da fare per il trasloco, mi sono risparmiata la fatica, con l'alibi: tanto lo facciamo il prossimo anno che c'è pure il ranocchio, quarto perchè ancora non sapevamo dell'esistenza della mia nipotina che ieri ha fatto il battesimo...
eh si.. alle 7 è iniziata la giornata, dovevo lavare e piastrare i capelli e ovviamente mi son svegliata tardissimo dopo che il piccoletto ha preso la sana abitudine di guardarsi almeno un'oretta di televisione la notte, imponendosi con le sue urla..
alle 8 ero già rientrata nella tabella di marcia.. ero quasi pronta e avevo fatto pure il bagnetto a daniele, che, come da copione, s'era sporcato pure la schiena con la sua bella cacchina mattutina..
alle nove ero pure truccata e vestita.. e prendi la scorta di bavaglini, e prendi la scorta di pannolini, e prendi due cambi, e prendi lo yogurt per la merenda, e prendi i plasmon per lo spuntino, e prendi la crema per il viso, ah già.. il regalo.. possiamo uscire!
arrivo e ovviamente trovo subito da lavorare, mentre mia cognata finisce di vestire la principessa io preparo la navetta, fatto questo mi ritrovo la nipotina in braccio e un biberon in mano..
daniele intanto è di là in braccio al nonno che fa il buffone..
andiamo a messa e ovviamente il piccoletto ha sonno, ma non dorme come si fa normalmente, no, lui urla e ride, tanto che prima dell'eucarestia io e mio marito scappiamo a gambe levate..
direzione casa dei miei.. lo abbiamo fatto pranzare lì perchè in casa di mia cognata sai che macello che si combinava.. poi non ce l'avevo un altro cardigan blu con le toppe grigie figo come quello che indossava..
nel viaggio al ristorante s'è sparato una mezz'oretta di sonno.. e da lì si è ricaricato per tutto il pomeriggio..
la mia nipotina invece continuava a piangere perchè non riusciva a prender sonno, e poi c'aveva fame, e poi c'aveva le coliche, e poi di nuovo fame.. e te credo che c'hai le coliche!! in 4 ore ti sei bevuta 300 ml di latte in tre poppate!!
vabbè.. ognuno fa quel che vuole!
arriva la torta e come ogni battesimo che si rispetti arriva il tragico momento delle foto!!
devi andare a riprendere tutti i parenti, urlando a squarciagola per superare la voce del bambino di turno che urla perchè stressato dalla giornata e da quel passare da una persona all'altra.
alle 18 andiamo via, altra mezz'ora di sonno in macchina...
casetta, cena (di daniele, io avrei vomitato pure l'anima se provavo a mangiare anche solo un mandarino) e nanna...
almeno stanotte l'ora di tv è saltata...

mercoledì 7 dicembre 2011

da sola non ce la faccio

ho deciso, oggi pomeriggio chiamerò la nutrizionista e prenderò un appuntamento per subito dopo natale (periodo in cui darò libero sfogo ai miei ultimi desideri).
a settembre si sposa mio fratello e io non voglio un vestito tg 46, da prendere nei reparti taglie comode.
no, io voglio tornare al mio peso, anche meno se possibile.
perchè magra non sono mai stata, ma mi accontento di una 42, che su un metro e quasisessanta non è che sia così poco..
ho ben chiaro qual è il giusto regime alimentare da seguire, mangio già con pochi grassi, ma non riesco a perder peso, non ce la faccio.
una mattina mi faccio forza e vado a camminare, poi per due gg non sposto il culo dal divano, un giorno vado a petto di pollo e insalata e poi la sera, a letto, mi mangio il mio maxibon.
ho bisogno di qualcuno che calcolando il mio indice di massa corporea (che so benissimo calcolare da sola)mi dica che sono vicina all'obesità, che mi aspetti dopo 30 giorni per la prova della bilancia, che mi dia un bello schemino da appendere in cucina, vicino a quello dello svezzamento di daniele, di qualcuno che mi dia la spinta per andare a prendere un merluzzo fresco, a piedi...
si si, ho deciso... così con la scusa della visita di controllo vado pure a fare la ceretta ogni mese... (se mi legge mio marito...!!!)

lunedì 5 dicembre 2011

aria di festa

ieri solito giretto al centro commerciale.. abbiamo preso il regalo di natale per daniele, ero più emozionata io che lui, che si divertiva già solo a guardare tutta quella gente e tutte quelle luci..
il tutto dopo una litigata con mio marito durata due giorni.. fosse per lui usciremmo tutti i giorni, e poi forse immagina che a casa c'è la fata turchina con la bacchetta magica che lava, stende, raccoglie, piega e mette nel cassetto le sue mutande, che toglie la polvere, passa aspirapolvere e straccio a terra, che intanto prepara il sugo per condire la pasta e ci porge il piatto fumante al nostro rientro..
ah, già, ma sono io che sto in maternità, se voglio tornare a lavoro rimane lui a casa.. perchè quando facevo due lavori e non avevo nemmeno il tempo di mangiare si trasformava lui in fata turchina..
vabbè, detto il motivo della litigata, mi piace troppo quando mi stendo sul diveno con daniele e lui prima si siede, indifferente e poi mi fa: io esco!
già so che da lì mi trita i cosiddetti con i: vuoi uscire? dai vatti a preparare! guarda che se poi io esco non torno a riprenderti! ma non vuoi uscire? e dai che poi si fa tardi!!
e a me viene già da ridere, perchè quello è il momento in cui me la tiro di più.. faccio durata questa scenetta una mezz'ora circa e poi mi vado a vestire..eh si, perchè la domenica sto in pigiama fino al pomeriggio..
comunque... tornando a quello che volevo scrivere in questo post.. da più di un mese sognavo di prendere il chicco 4in1 a mio figlio, ma arrivati lì a pietro piace di più il 4 in 1 della disney, con winnie the pooh.. e vabbè, forse è anche più carino..
preso quello mi rendo conto che non è che quest'anno potremo permetterci tanti sfizi..
mercoledì abbiamo il battesimo di mia nipote e io non ho un cavolo da mettermi, idem mio marito, tranne le scarpe e la giacca nel mio caso.. quindi a dir poco andranno via 200 euro, il 22 mi scade l'assicurazione e sono altri 250 euro, dobbiamo prendere il regalo a mia nipote, un cellulare a mia madre, perchè povera crista è l'unica al mondo che ha il telefono che non fa manco le foto.. contando che io prenderò una tredicesima pressocchè misera, che quella di mio marito andrà direttamente da parte perchè dobbiamo coprire parte del mutuo fino a che non torno a lavoro...che rimane?
ricordo che da ragazza, quando ero fidanzata, nei giorni precedenti il natale il mio hobby preferito era andare in giro e prendere anche la stronzata più stupida per la collega.. oggi invece non ho nè il tempo, nè la voglia di andare in giro a spender soldi inutilmente..
ho le stesse palline dell'albero da 4 anni, per carità, sono bellissime, tutte in patchwork, fatte da mia suocera, ma mi hanno stufata.. a casa nuova potremmo sbizzarrirci a metter luci esterne.. ma quest'anno non si può...
quand'è così che vanno le cose, che vengono a fare le feste?
e poi come se non bastasse mio marito oggi, mostrandomi un volantino di trony mi dice quaqlcosa tipo: guarda, questo pc costa solo 349 euro (mi pare).. ma perchè non pensi a prenderti una giacca nuova, piuttosto che il computer???

venerdì 2 dicembre 2011

mia madre

una donna meravigliosa e odiosa allo stesso tempo..
ieri pomeriggio è venuta a trovarmi e mi ha fatto talmente incazzare che alla fine l'ho buttata sul ridere, per non sbatterla fuori e le ho detto: io lavoro coi matti, quindi riesco a sopportarti per questo!!
avevo la casa non pulita, di più, tutto perfettamente in ordine, nemmeno un granello di polvere, manco a guardare negli angoli più nascosti.. e lei: no, io non ci posso venire a casa tua! non lo sopporto tutto sto casino..
CASINOOOO???? dove???
dimmi dove sta il disordine?
e non mi rispondeva..diceva solo: io non ci saprei vivere così..
ma dimmi dov'è che vedi sporco o in disordine.
niente!!
giuro.. ultimamente daniele sta prendendo dei bei ritmi e si fa 3 sonnellini durante la giornata, due di un'ora e uno di due ore.. quindi riesco a gestirmi bene, ho ripreso finalmente in mano a pieno la situazione domestica.. mi guardo la mia casetta e sono soddisfatta di tanto bel vedere..e lei mi dice che non ci si può entrare per il casino!!!
non ci ho visto più!!!
fosse stato prima della nascita di mio figlio l'avrei cacciata di casa e non ci saremmo sentite per mesi..ora mi trattengo ed evito, ma più per mio figlio che per lei.
mia madre è una che vive solo per la casa, non esce se non è tutto perfettamente in ordine, non è mai andata a letto una sera lasciando le pentole nel lavandino, non è mai uscita di casa senza aver pulito il bagno dopo la doccia, inizia il turno alle sei e si sveglia alle 3:40 perchè deve lasciare il pranzo pronto per il suo bambino figlio di 31 anni.
lei è l'unica che conosco che riesce a non sporcare il gas nemmeno friggendo le cotolette..
se ti vede che vai in banca in tuta... ma sei matta? in tuta??
ha 52 anni e ha passato la sua vita a lavorare, per farla andare a mangiare una pizza ce la devi mandare a calci in culo..
e poi è quella che se per caso ti scappa che ci sono i pannolini per daniele in offerta si presenta a casa tua con 12 pacchi, che se sa che viene il piastrellista e vuole 500 euro, lei te li da, che quando vado da lei mi fa portare sempre dietro la cena pronta per mio marito, che viene a casa e ti porta le verdure già pulite, lessate e ripassate in padella...
in passato ci siamo scontrate tante volte, l'ultima è stata ad aprile, al mio ottavo mese di gravidanza, dopo esser stati due mesi dai miei, ce ne siamo andati nel peggiore dei modi, ho sclerato di brutto, un giorno e ho detto -basta!
non l'ho chiamata nemmeno il giorno di pasqua, nè lei a me..
quando il 17 maggio mi hanno ricoverata con i prodromi ho chiamato mio padre dicendogli che da lì a poco (MAGARIIII)sarebbe nato daniele e si sono fiondati in ospedale..
lei come se nulla fosse successo!!
io che in quel momento avevo altro a cui pensare..
ho sempre avuto un rapporto conflittuale con lei.. non troviamo un punto di incontro e io la incolpo di tante lacune che ha la mia personalità..
odio tanti lati del mio carattere e per me è lei la causa, però poi la giustifico, perchè sono sicura che non ne è consapevole.
da quando c'è mio figlio diciamo che le attenzioni su di me, fortunatamente, sono un pò diminuite, e quindi ho il tempo di contare fino a 10 quando mi fa perdere la pazienza.
anche perchè io sono cresciuta con una sola nonna,gli altri sono morti prima dei miei 5 anni, quindi ho deciso che a mio figlio non dovranno mai mancare i suoi 4 nonni, anche se io non li tollero (e in questo caso non parlo di mia madre)..
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...