venerdì 13 gennaio 2012

...e grazie a te

stamattina, dopo la ormai quotidiana seduta di luce pulsata io, marito e figlio siamo passati al centro commerciale,dovevo riportare gli occhiali all'ottica..
495 euro di occhiali quasi inesistenti, ma gucci, che si sono letteralmente spezzati a metà.. fortuna che in garanzia li cambiano, anche se il danno è accidentale!
tornati a casa è quasi ora di pranzo per il ranocchio, così marito lo tiene mentre si fa la sua partitina a poker e io preparo la pappa.
inizio a dargli da mangiare e sento che il cucchiaino gratta sulle gengive, subito metto il dito e tra stelline e poltiglia color vomito data dall'omogeneizzato più le verdure sento qualcosa che gratta anche me... il suo primo dentino!!!!
ma non doveva mettere la febbre? e poi la diarrea? e poi l'irritabilità?
daniele non ha avuto niente, è da 6 mesi che continua a sbavare e mettersi tutto in bocca.. tutto qui... che eroe il mio ometto!!!
mi sono emozionata tantissimo, una reazione forse esagerata, ma ho preso a chiamare mio padre, mia suocera, la mia amica.. avevo il cuore a mille..
voglio dire.. c'è di peggio nella vita.. un dentino tutta questa emozione?!
però ora che sono rimasta da sola, ora che mio marito è andato a lavorare e daniele dorme beato qui vicino a me mi sento di doverlo ringraziare...
fino allo scorso anno non ero in grado di provare tutte queste emozioni.. o meglio, tanto tempo fa lo ero, ma poi ho smesso..
ed oggi, grazie a mio figlio, sono tornata a sorridere, a commuovermi se guardando il lampadario dice pappappa, se mentre gli porgo il cucchiaino mi prende il polso e mi avvicina la mia mano, se la notte si sveglia e subito allunga le braccia per toccarmi..
questa mia apatia mi faceva un pò star male, non ero in grado di emozionarmi, non sapevo piangere, non abbassavo mai la guardia.. il muro di gomma mi avvolgeva sempre..
e allora grazie a te amore mio che sei capace di tutto ciò.

Nessun commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...