lunedì 30 aprile 2012

Le virtù

no, non le mie... a che servirebbe una pagina intera, quando potrei lasciarla in bianco? in realtà le virtù sono un piatto che si fa nella mia città per la festa del primo di maggio. è proprio una tradizione il giorno della festa dei lavoratori mangiare le virtù, a casa, al ristorante, e chi non vuole uscire e non le sa cucinare le prende d'asporto, ma non è il primo maggio senza virtù. è una sorta di benvenuto alla primavera, o almeno questo è quello che so, non chiedetemi il perchè di questo nome, non saprei rispondervi.. una volta ho sentito dire che appunto era per ricordare la bravura delle massaie che durante l'inverno si trasformavano in piccole formiche e mettevano da parte i legumi e la pasta secca, ma non ci metterei la mano sul fuoco.
questo piatto leggerissimo è una specie di minestrone fatto con tutti legumi possibili e immaginabili, tutte le verdure che vi vengono in mente, pasta all'uovo, in genere di diversi colori, pasta secca, carne, mi pare di maiale, c'è chi tanto per ci butta dentro pure i tortellini ripieni di carne e via. il risultato devo dire che è una cosa davvero buona,anche se io preferisco cose più semplici e meno elaborate..e poi dopo un piatto di questi ti scordi di mangiare per 153 giorni. mia nonna mi racconta che da giovane lei iniziava addirittura una settimana prima a prepararle, perchè ovviamente ogni verdura ha il suo giusto tempo di cottura e quindi le cuoceva separatamente, così come per ceci, fagioli ecc.. e quindi ci impiegava giorni per arrivare a questa meraviglia. io non ho mai provato a farle, tanto c'è sempre mia zia che fa il calderone per tutta la famiglia, e poi non ci penso minimamente a passare tre giorni di fila ai fornelli, visto che poi mi fanno pure ingrassare!

sabato 28 aprile 2012

e oggi ce la faccio a scrivere un pò. saremo a pranzo dai miei suoceri, quindi non ho cose particolari a cui pensare in mattinata.. a parte sto ciclo, arrivato dopo due mesi e mezzo che mi sta tenendo tutti i livelli fisici ai minimi termini.. però almeno s'è abbassata la pressione, si perchè nei giorni passati la minima era arrivata a 93 e a nemmeno 29 anni non va per niente bene.. ieri era a 78.. e intanto finalmente anche la bilancia si è mossa un pò, stiamo a -7, forse era colpa della ritenzione idrica. nel pomeriggio ci tocca il giretto a consegnare un pò di inviti per il compleanno di daniele che si sta avvicinando. e cosa molto strana, ho già preso il vestito per me, io, eterna indecisa, che mi piace tutto sul manichino, ma non addosso a me, sono entrata in negozio, ho chiesto alla commessa, amore a prima vista, anche addosso con un pò di rassegnazione a vedermi cicciona me lo sono vista bene. e poi ho cambiato taglio e colore di capelli. eh si, sta decisamente cambiando la mia vita, e non potevo non dare una svolta al look, si sa, le donne... e oggi mi guardo allo specchio e mi vien voglia anche di truccarmi. sarà quest'aria d'estate, saranno le maniche corte a far sentire più leggera l'esistenza, non lo so che sarà, ma oggi è così. e alla fine ho scritto ho scritto e non ho scritto niente, da scrivere c'è poco in questi giorni... me la sto vivendo...

martedì 24 aprile 2012

giuro che stasera quando torna...

stamattina ho lavorato, al mio ritorno a casa stessa situazione dell'altro giorno, mio fratello, il bimbo assonnato, il mio stomaco che mi ricordava che era ora di mangiare, con l'aggravante della macchina che mi ha lasciato a piedi.. per fortuna a 50 metri da casa mia.. quindi immaginate il mio umore, quando l'unica cosa che avrei voluto era stare sul divano con gli occhi chiusi e una bella sigaretta.. ah, bei tempi.. ora al massimo c'è il terrazzo e due tiri di fretta.. comunque, mentre mangiavo tra i capricci, daniele si è addormentato seduto nel passeggino. ha dormito fino alle 5, si è svegliato per far merenda e ora si sta riaddormentando. quando ho realizzato il motivo per cui è stanco non ci ho visto più, ho preso il telefono e ho chiamato mio marito: -HA DORMITO STAMATTINA DANIELE? -si, un'oretta -DOVE? IN MACCHINA CON TUA MADRE MENTRE TU FACEVI LA FILA ALL'UFFICIO POSTALE? -si. come ci credo che ha dormito un'ora! è letteralmente stremato. ora capisco che ti piace portarlo in giro, capisco che non ti sei reso conto, ma cazzo, sto bimbo ha appena 11 mesi, non è che puoi trattarlo come se avesse 8 anni, e soprattutto mi sale il sangue in testa a pensare al pupazzetto che viene svegliato per il puro egoismo la sola voglia di giocarci. giuro che stasera quando torna me lo mangio! solo che... ho fatto la torta col pan di spagna di ieri... ma se la vede non sono molto credibile con la mia incazzatura... e allora che faccio? prima lo faccio mangiare e poi gliela mando di traverso? vabbè, intanto ve la faccio vedere a voi, non è bellissima perchè avevo poche fragole e non ho potuto decorare come si deve, però mi mette una fame solo a guardarla...

lunedì 23 aprile 2012

ricetta pan di spagna

oggi sono in cucina a fare le varie prove della torta del primo compleanno del ranocchio e volevo consigliare a chi legge una ricetta semplicissima per il pan di spagna.
me l'ha data una mia collega, ma è talmente semplice, senza lievito, latte.. solo zucchero uova e farina, che credevo mi stesse dicendo una cavolata.
e invece è venuto buonissimo.
allora la dose prevede 6 uova, 300 gr di zucchero e 300 gr di farina... tutto qui.
si montano gli albumi a neve, poi si mette lo zucchero e si monta il tutto fino ad ottenere una spuma cremosa.
si buttano dentro i tuorli continuando a sbattere e alla fine si fa assorbire tutta la farina.
mezz'ora in forno a 180 gradi ed è fatta.
provatela e fatemi sapere, io ne sono entusiasta!

giovedì 19 aprile 2012

...e poi la solita vita...

torno da lavoro alle due e mezza, è venuto mio fratello a tenere il bimbo un'ora e mezza perchè mio marito è dovuto andare a lavoro all'una.
davanti a me bambino urlante coi lacrimoni, finito dal sonno che appena mi vede allunga le braccia..
mio fratello che mi dice: -ho provato a farlo dormire ma non ha voluto-
e te credo.. come fa a dormire se lo piazzi nel passeggino sotto al lampadario bianco e rosso che c'ha 8 lucine accese? ma questo ho evitato di dirglielo, non solo è venuto...
una fame da lupi, niente pronto e la voglia di cucinare ai minimi termini.
metto la pentola dell'acqua sul fuoco, apro il frigo e vedo la busta, quella busta, con dentro un contenitore di vetro con le tagliatelle al ragù, ma non sono per me.
chiamo marito e gli dico:- ma non hai mangiato?-
-no, avevo messo la pentola che volevo cucinarmi un pò di riso in bianco, ma poi non ho fatto in tempo, doveva mangiare daniele.
-e le tagliatelle in frigo?
-cazzo.. me l'ero scordate!!
ecco, questa è la mia vita!
e qua ci sta proprio.. chi c'ha il pane non c'ha i denti e chi c'ha i denti non c'ha il pane!

mercoledì 18 aprile 2012

non è giusto!

oggi mi sento di dedicare il mio post ad una collega di mio marito che non ho mai visto, di cui non conosco nemmeno il nome, ma che mi è entrata proprio dentro.
vi racconto un pò la sua storia...
più o meno ha una quarantina d'anni, sposata da non so quanto, ma comunque da tanto, e i figli?
beh, non sono arrivati.
dopo esami, visite e cure si è pensato all'adozione.
dopo ben 3 anni a novembre la chiamano e la portano in questa struttura, le fanno conoscere questo bimbo di 4 anni e le danno il permesso di portarlo a casa loro per un fine settimana.
dopo un mesetto sono una famiglia perfetta, trascorrono il loro natale meraviglioso, il bimbo apre decine di pacchetti, e per lei e suo marito il regalo più grande è sentirsi finalmente chiamara mamma e papà.
lei rimane a casa a godersi la maternità, finalmente felice.
l'altro giorno c'è un pranzo tra colleghi e lei fa vedere a mio marito le foto di suo figlio sul telefono, gli racconta che hanno comprato la cameretta e riempito la sala di foto.
poi arriva il giorno x e lei viene chiamata in tribunale per delle formalità.
belli tranquilli partono, approfittandone per fare una vacanzina.
arrivano e senza che abbia il tempo di capire le tolgono il bambino, che intanto grida strisciando "voglio la mamma" mentre viene portato via.
la nonna ha chiesto l'affidamento e loro non potranno più vederlo, nè cercarlo...
e quello che sembrava il lieto fine di questa storia si è trasformato in una cosa che più atroce non si può.
questi genitori che non potranno mai dimenticare il loro figlio e questo bimbo che rimarrà traumatizzato di essersi illuso che la sua vita fosse veramente cambiata.
io mi sento solo di dre che schifo!!!

terzo premio




grazie a babi per queso terzo premio
ci sono delle domandine a cui devo rispondere, iniziamo dai...


1. Qual è la tua rivista di moda preferita?
direi nessuna
2. Chi è il tuo cantante/band preferito?
cantante baglioni, band modà e negramaro
3.Qual è la tua youtube guru preferita?
e che è?
4.Qual è il tuo prodotto make up preferito?
forse il mascara
5. Dove ti piacerebbe vivere?
mi va bene dove vivo
6.Qual è il tuo film preferito?
in assoluto dirty dancing
7. Quante paia di scarpe possiedi?
oddio, non lo so.. ma non tantissime.. facciamo 10
8.Qual è il tuo colore preferito?
rosso fuoco

ora dovrei passare il premio ad altre persone, ma avendolo già in tanti, chi vorrà potrà rispondere all'intervista...
buona giornata a tutti e tanti auguri al mio piccolino per i suoi 11 mesi

martedì 17 aprile 2012

seduta in un angolino a guardare la vita che scorre

in questi tre giorni non ci sto capendo molto, è che mi devo abituare ai nuovi ritmi, non tanto per sabato che c'era marito col ranocchio e quindi come ho già detto ha fatto tutto lui, persino l'aspirapolvere ha passato... si, prendetevela con lui se cade acqua dal cielo, non tanto per domenica che sono andata a pranzo dai miei e poi alla sera sono andata a riprendere il mio principe già in pigiamino col leone, quanto per ieri che mi toccava il turno di notte...
avendo mio marito il turno di mattina e dovendo uscire di casa alle 5:30 si è deciso di portare il bimbo dalla nonna paterna e sarebbe rimasto pure mio marito lì.
solo che ieri sera bella tranquilla faccio fare il riposino evitascazzamentomioesuodurantelacena a daniele, preparo la cena per noi due e bella rilassata aspetto che il bimbo si svegli...
ad un certo punto mi rendo conto che che sono le 8meno10.. oh cazzo!!
devo far mangiare il bimbo, devo mangiare io, devo preparare il borsone con cambio e colazione per il bimbo, devo darmi una lavata, devo andare in centro con la macchina - per fortuna che posso metterla sulle strisce blu che di notte non si paga- e per le 9meno10 devo essere a lavoro.
mi sento proprio in balia degli eventi, una sorta di robot programmato .
però inizio ad apprezzare la mezz'ora sul divano con una rivista da sfogliare in santa pace -cosa che ovviamente posso fare solo a lavoro-.
non ricordo qual è stata l'ultima volta che sono riuscita a leggere un articolo senza interruzioni.
comincio ad apprezzare il fermarsi a prendere il pane senza prole in collo, il non sentirsi in colpa se appena torna marito gli scarico il bambino e mi faccio una doccia che duri più di due minuti, senza chiudere l'acqua ogni 12 secondi perchè fa che si sveglia e non lo sento...
insomma, tutto sommato pensavo peggio..
devo solo tornare ad essere parte attiva della mia vita!!!
e te pare poco!!!

sabato 14 aprile 2012

il primo giorno è andato

eh.. lo so che non vedevate l'ora di avere mie notizie...
il mio primo giorno di lavoro è andato, un pò come se fosse davvero il primo giorno, con due pazienti nuove, con farmaci nuovi di cui non trovavo la confezione... ma ero sicura, un sentirsi a casa e quindi alla fine è andata bene.
stanotte mi son svegliata alle 3 meno qualcosa e non riuscivo a dormire, la pioggia fuori e io che guardavo nel buio il profilo di mio figlio..l'ho stretto forte a me e sentivo di amarlo che di più non si può.
poi alle 5:44 mi sono alzata, prima che suonasse la sveglia.. la odio.
un caffè al volo e con lo stereo a palla in macchina, la strada deserta, la pioggia incessante e una sigaretta per far passare un pò il nervosismo è iniziata la giornata.
il pensiero era fisso a lui, ma è andata e al ritorno in macchina avevo una voglia matta di vederlo... solo che...

venerdì 13 aprile 2012

ormai ci siamo


mancano meno di 24 ore al mio rientro a lavoro.
ieri mi ha chiamata una collega per sapere se era vero che rientravo.. purtroppo si..
e oggi pomeriggio dovrò stirare la divisa, sistemare il cambio completo in una borsa di quelle plastificate che poi lascerò lì, preparare il pranzo per domani perchè la dietologa mi ha detto che è troppo tardi mangiare quando torno a casa e cioè alle due e mezza..
e poi domattina la sveglia suonerà alle 6, ma io sarò sveglia già da un pò, e poi doccia, caffè, prendi la busta della divisa, prendi il pranzo, prendi coraggio e vai... speriamo almeno che non abbiano buttato le mie dottor scholl's, buttare altre 50 euro per un paio di ciabatte mi romperebbe un pò.
beh, un pò d'ansia mi sta a venì a dir la verità, sono esattamente 19 mesi che manco dal lavoro, prima ci andavo ad occhi chiusi, non c'era alcun lato che ignoravo.. ma ora appunto può essere che sia cambiato qualcosa.
prima conoscevo la terapia a memoria, senza guardare in cartella.. domani va a finire che ci vorrà mezz'ora solo per trovare le scatole giuste, come succedeva all'inizio..
ma si fa, si fa..
e come dice pietro quando poi torno a casa ho ancora più voglia di stare con mio figlio... se lo dice lui...
io intanto è da qualche giorno che faccio il conto alla rovescia e sbaciucchiandomi mio figlio gli dico:- amore, tra 6-5-4-3-2-1 giorni mamma non ti potrà baciare tutte le volte che vuole, non starà più con te tutto il giorno- e intanto lo rincoglionisco di baci, così, tanto per fare la scorta. no, non sono normale, lo so.. ma da una parte non vedo l'ora, dall'altra rimarrei a casa a fare la mamma chioccia...


e intanto oggi ho il controllo dalla dietologa... vediamo che succede, o meglio che è successo già...

buona giornata a tutti

mercoledì 11 aprile 2012

per farmi conoscere un pò di più

grazie a vanessa che oggi mi ha assegnato questo compitino, dopo giorni di pessimismo ci vuole proprio..
devo dire 10 cose che mi piacciono, iniziamo con l'elenco...
1- mi piace guardare mio figlio che gioca, gesticola e parlotta, concentrato nei suoi discorsi e pensieri
2- mi piace salire sulla bilancia e vedere che peso qualcosa in meno
3- mi piacciono tutti i lavori manuali da maschiaccio come tagliare il ferro, imbiancare muri e appendere quadri
4- mi piace quando mio marito mi fa i complimenti davanti alle altre persone
5- mi piace mangiare l'insalata con le mani, magari non è bello da vedere, ma al ristorante non lo faccio
6- mi piacciono le piante grasse, ne ho tantissime
7- mi piace divorare un libro in poche ore, senza smettere mai, fino alla fine... anche se questo ultimamente non lo posso più fare
8- mi piacciono i miei capelli appena lavati e piastrati, così lucidi e leggeri, finalmente del loro colore naturale
9- mi piace trovare il lato positivo di ogni cosa, anche quando sembra che va tutto male
10- mi piace il mare, stare in spiaggia sotto il sole, con i pugni chiusi a far scivolare la sabbia

ora tocca a me girare questo compitino a
babi
manidiburro
pasti
ilmondorotola
sfolli

martedì 10 aprile 2012

MA CHE DAVVERO???

(nessun riferimento al blog di wonderland per chi volesse fermarsi qui)

io credevo che al peggio non ci fosse mai fine.. e invece...
di 6 zii che ha mio figlio NESSUNO è venuto a fargli gli auguri per la sua prima pasqua, nessuno!
inutile dire che sto incazzata nera, che ultimamente il tono dei miei post è abbastanza polemico, ma davvero non ho parole.
di 6 zii uno solo gli ha comprato un pacco di plasmon e glielo ha dato il giorno di pasqua a pranzo dai miei, una gli ha preso una magliettina che poverina non ha avuto il tempo di venire a portargli perchè piena di lavoro.. peccato che poi sabato non abbia lavorato per niente!
dagli altri niente!
e uno perchè è un ragazzo di quasi 32 anni che poverino non ci pensa a queste cose e non si rende conto, eppure non mi è mai sembrato tanto ritardato, e un'altra perchè voleva venire ma poi non ha fatto in tempo, manco abitassimo in australia, e ieri quando lo ha visto nemmeno scusa mi ha chiesto, anzi, era a disagio come se avessi fatto io qualcosa di sbagliato; e un'altra perchè ha un problema ad un ginocchio e non riesce a camminare, manco se venisse a piedi a casa mia e manco se se ne stesse tappata in casa dalla mattina alla mattina dopo.
e una nonna che ha dovuto aspettare quasi 11 mesi di mio figlio per comprargli un pacco di pannolini.. oh, grazie tante, sai, se gli prendeva la diarrea e il giorno di pasqua i negozi son chiusi almeno ci hai pensato tu a fare la scorta! perchè finora cacciare 5 euro per tuo nipote era troppo!
insomma... mi sono rotta di sentire sempre queste scuse, non viene mai nessuno a trovare mio figlio e poi mi rifilano delle scuse del cazzo.. e così ho sclerato con tutti, non proprio tutti, alcuni non li ho nemmeno sentiti, ma non mancherò!
e cosa si possono aspettare queste persone da me?
ma che davvero questi sono gli zii che mio figlio si merita?
ma andatevene tutti a fanculo va.
e non mi venite a fare la parte degli amorevoli poi quando lo incontrate per caso con baci abbracci e amore dello/a zio/a!
la verità è che non ve ne frega niente, non più di quanto potrebbe fregarvene di un bambino qualunque che incontrate per strada!
e la chiudo qui perchè ho le budella che tra un pò si annodano tanto sto incazzata!
e ieri siamo stati in montagna con degli amici e a quota milleepassametri abbiamo incontrato la neve, sembrava più natale che quasi metà aprile.. e io che avevo pensato di fare un giretto bal mare mi son trovata davanti questo spettacolo qui

venerdì 6 aprile 2012

buona pasqua a tutti

eccoci qua, a 3 anni esatti dal terremoto dell'aquila...
con daniele con la sua prima febbre, dopo il vaccino, che dorme beato, finalmente sotto l'effetto della tachipirina.
con il suo quarto dentino che ha tagliato (dopo 3 giorni dal terzo e con il quinto che sta a momenti), povero amore mio.
con il suo primo piccolissimo neo visto ieri per la prima volta (gli sarà spuntato di notte perchè io lo guardo tutto ogni volta che lo cambio), un meraviglioso puntino sotto il ginocchio cicciottoso.
con me che finalmente sto a quota -6kg.
con g. che mi ha chiamato per dirmi che devo rientrare il 14 e non il 12.. che figata rientrare e beccarsi subito sabato mattina e domenica pomeriggio, eh?
e niente...

martedì 3 aprile 2012

quando non si ha nulla da dire... meglio tacere

in questo caso è un pò di giorni che manco dal blog, da yahoo, da tutto...
c'è poco da dire, da scrivere, da raccontare..
stiamo facendo un pò di lavori a casa e io sono forse più portata per la manovalanza che per l'entrare in empatia con le altre donne..
e niente.. tra 9 giorni si torna a lavoro e mi sto preparando anche su quello...
e piuttosto che raccontare del terzo dentino spuntato a daniele o della figura di merda fatta col vicino, me ne sto un pò fuori a respirare quest'aria di primavera col piccoletto e il suo papà... ma tornerò presto...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...