mercoledì 18 aprile 2012

non è giusto!

oggi mi sento di dedicare il mio post ad una collega di mio marito che non ho mai visto, di cui non conosco nemmeno il nome, ma che mi è entrata proprio dentro.
vi racconto un pò la sua storia...
più o meno ha una quarantina d'anni, sposata da non so quanto, ma comunque da tanto, e i figli?
beh, non sono arrivati.
dopo esami, visite e cure si è pensato all'adozione.
dopo ben 3 anni a novembre la chiamano e la portano in questa struttura, le fanno conoscere questo bimbo di 4 anni e le danno il permesso di portarlo a casa loro per un fine settimana.
dopo un mesetto sono una famiglia perfetta, trascorrono il loro natale meraviglioso, il bimbo apre decine di pacchetti, e per lei e suo marito il regalo più grande è sentirsi finalmente chiamara mamma e papà.
lei rimane a casa a godersi la maternità, finalmente felice.
l'altro giorno c'è un pranzo tra colleghi e lei fa vedere a mio marito le foto di suo figlio sul telefono, gli racconta che hanno comprato la cameretta e riempito la sala di foto.
poi arriva il giorno x e lei viene chiamata in tribunale per delle formalità.
belli tranquilli partono, approfittandone per fare una vacanzina.
arrivano e senza che abbia il tempo di capire le tolgono il bambino, che intanto grida strisciando "voglio la mamma" mentre viene portato via.
la nonna ha chiesto l'affidamento e loro non potranno più vederlo, nè cercarlo...
e quello che sembrava il lieto fine di questa storia si è trasformato in una cosa che più atroce non si può.
questi genitori che non potranno mai dimenticare il loro figlio e questo bimbo che rimarrà traumatizzato di essersi illuso che la sua vita fosse veramente cambiata.
io mi sento solo di dre che schifo!!!

6 commenti:

Waiting ha detto...

è uno dei motivi per cui sono fortemente combattuta se adottare o meno un bambino

Babi ha detto...

mamma mia che schifo!Ho le lacrime agli occhi e la pelle d'oca. ecco perchè molte persone all'adozione nemmeno ci pensano più a me fa paura solo l'idea...che tristezza!

piccola mamma ha detto...

proprio ieri parlavo con mia sorella di affidamento.. e che i primi famigliari ad averne diritto sono i nonni! io in questa discussione dissi che secondo me non è sempregiusto! e questo tuo post dimostra che ho ragione!!!!!!!!!!!!!!!! aver lo stesso sangue non significa esser parenti.. il bambino è stato traumatizzato

Ginger ha detto...

il sistema fa schifo!!!!
come rovinare la vita a un povero bambino già sofferente....poi ci stupiamo se diventano dei serial killer!!
cmq che caxxo ha fatto sua nonna in tutto qst tempo?? se l'è grattata??

tania ha detto...

gin anche io la prima cosa che ho detto è stata questa, ma in realtà la nonna non poteva farlo prima... e ora dico, perchè l'hanno dato a sta povera donna se sapevano che poteva non essere per sempre?

Ilaria Pedra ha detto...

leggo solo ora, il sistema è uno schifo pazzesco, e io lo so bene xke ci sono passata!!
Abbraccio virtualmente i tuoi amici davvero col cuore gonfio di comprensione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...