mercoledì 16 aprile 2014

Come mi piacerebbe

Del mio lavoro ho già parlato, io sono un o.s.s. e lavoro in una casa famiglia, fino allo scorso anno avevo a che fare con le donne, poi ho ottenuto il trasferimento e adesso lavoro con gli uomini. In pratica sto in turno, da sola, con 8 persone, dai 40 anni in su, con problemi psichiatrici, che vivono in questa casa, e li assisto.
Assisterli significa aiutarli nell'igiene personale e dei loro spazi, aiutarli dell'assunzione della terapia, e tante altre cose che non sto qui a spiegare perché non serve che lo faccia.
Io adoro il mio lavoro, anche se non è leggerissimo avere a che fare con queste persone. Però vedere i loro progressi, i loro sorrisi, il loro aprirsi pian piano, riempie davvero il cuore.
Ogni tanto capita che la asl mandi qualche tirocinante ad aiutarci, e io mi trovo davvero in difficoltà a spiegare il nostro lavoro, perché gli obiettivi si perseguono avendo una certa continuità con loro..
Per il resto, io ho 30 anni, mi ci vedete a dare ordini ad una donna,ancor peggio un uomo, sulla 45ina, che non ha lavoro e prova a fare questo corso con la speranza di cambiare pannoloni in qualche casa di riposo, che magari prima di essere lì alle 8 di mattina ha dovuto svegliare i figli, ha preparato colazione e pranzo, rifatto i letti, accompagnato i figli a scuola...magari oggi pomeriggio ha un esame e non ha ancora studiato...ecco, io non sono capace, come invece fanno tanti colleghi, a dire: dai, già che ci sei oggi ti cambi tutti e otto i letti, dal piumone al coprimaterasso...quello penso lo sappia già fare, piuttosto gli faccio leggere due cartelle e gli spiego le patologie e le storie dei pazienti.

lunedì 14 aprile 2014

Ecco, da oggi torno nel gruppo!!!

Dopo 14 mesi oggi è arrivato il ciclo...eccheppalle!!!
Avevo qualche doloretto da un po', ma pensavo mancasse ancora un pochetto, visto che col primo si son fatte vedere dopo più di 7 mesi.
Di sicuro se ne saranno accorti anche tutti quelli che da ieri hanno avuto a che fare con me, per prima mia mamma che ieri siamo stati a pranzo dai miei e appena l'ho vista mi dice: nervosetta oggi, eh?

mercoledì 9 aprile 2014

Perle di ranocchio

Dani è vicino ai tre anni, diciamo che per l'età che ha e per il fatto che frequenta il nido da due anni non è che parli proprio benissimo.
Cioè, conosce tutte le sue canzoncine a memoria, il giorno della festa del papà ha detto tutta la poesia, però ecco, ci sono ancora tante cose che dice nella sua lingua, comprensibili solo da me e manco sempre!
Però è in un momento che mi fa morire dal ridere, perché ripete tutto, fa delle frasi lunghissime che certe volte quando inizia non sai dove andrà a parare, e poi me lo mangerei di baci quando con il visino da paraculo ti chiede: api la calamella mamma, pe piacere? No amore, non la apro perché non te la prendo nemmeno la caramella! Eh, ma lui ci prova! Ahah

lunedì 7 aprile 2014

Oggi mi girano...

È da circa un mese che mi ritrovo con un eritema/sfogo/dermatite/boh tra viso e testa, un'eruzione strana che inizia con delle bollicine, che poi si trasformano in ferite e alla fine mi ritrovo con la pelle che si squama. Qualcuno mi dice che è una carenza di vitamine da allattamento, altri che è dermatite seborroica da stress, altri ancora che è allergia, ma un parere di uno specialista ancora non l'ho sentito.
Questa cosa interessa naso, sopracciglia, orecchie e tutto il cuoio capelluto ed è veramente brutta a livello estetico.
Ma si sa, si rimanda sempre, fino a giovedì che mi sono decisa a prendere la situazione in mano e a chiamare qualche dermatologo, ma la risposta è stata sempre la stessa, un'attesa troppo lunga, due mesi in media. Ho lasciato il numero in caso si fosse liberato un posto.
Poi ieri l'idea di mio marito, andiamo al pronto soccorso, tanto ti mandano in ambulatorio, paghi la visita e via.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...