mercoledì 13 agosto 2014

La rinascita

Dopo una gravidanza capita, almeno a me, che ci sia un periodo in cui non si fa caso al fisico che fa schifo, ti guardi allo specchio e ti dici che quelli sono i segni della nuova vita appena arrivata.
Risucchiati da un vortice, dal sonno, dalla fame che siccome non sai se potrai pranzare degnamente, ingurgiti tutto ciò che è commestibile, dai nuovi ritmi che ti fanno sembrare le tue giornate molto più corte, improvvisamente, e tu non trovi spazio per te, per tirarti quelle due -seee, magari- sopracciglia, per guardarti in santa pace un film sul divano, per rinnovare il guardaroba, che non so se alle altre mamme è capitato, ma a me quelle poche cose che rientravano dopo il parto, non mi piacevano più e mi sono chiesta, sempre davanti allo specchio: ma io co sta maglia andavo in giro?
Poi arriva il momento in cui capisci che quel tempo non vuoi trovarlo, perché tanto pure che ti passi la piastra, sempre cessa sei, e che ci vai a fare a comprare un vestito nuovo, che tanto pure che ti piace qualcosa, addosso a te fa schifo...

Però, per fortuna, arriva pure che esci dal tunnel, che scopri che puoi lasciarli due ore i piccoletti, che non muore nessuno, certo, vai di corsa a fare la spesa e poi fai a farti la ceretta che al mare non puoi starci in jeans, però mentre bevi un caffè al bar, la sigaretta aiuta a pensare, e capisci che per una volta hai avuto tempo di scambiare due battute con la commessa e queste chiacchiere non riguardano i mesi del piccolo, né la cresta del grande, ti rendi conto che hai alzato lo sguardo, senza controllare che il cicciottino non si stia sbranando la catenella del carrello, presente quella che attacchi agli altri carrelli in fila all'uscita?
E capisci che non vedi l'ora di tornare a lavoro, anche se ti dispiace pensare che tra venti giorni il piccoletto inizia l'inserimento al nido, a nemmeno dieci mesi, che forse papà se la cava se li lascio una sera soli, giusto il tempo di una pizza...
E proprio mentre paghi il conto, la cameriera ti dice: prego signora, e mentre allunga la mano per darti il resto alza lo sguardo: oddio, scusami, ti ho chiamato signora, ma sei giovanissima. E tu, orgogliosa, le rispondi di non preoccuparsi, che ci sei abituata, da quando inizi a girare con tuo figlio, sei una signora per tutti... e lei: scusa, ma quanti anni hai? Già hai un figlio? E io: ne ho 31 e di figli ne ho due. Si, decisamente la miglior pizza della mia vita ahah
E poi da che ho scoperto che la gelateria vicino casa fa il gelato senza lattosio, ne approfitto e facciamo merenda lì, io e ranocchio, è il nostro momento, soli io e lui, visto che marito è in ferie, lo lascio col piccolo e mi dedico a dani che ne ho proprio voglia, e mi godo la mia coppetta mango e arancia rossa (3sono i gusti senza lattosio, non ho molta scelta, visto che il terzo è il melone). E proprio ieri, prima di andare a far merenda, vado dal tabaccaio a prendere le sigarette e quando entro saluto, ma saluto il signore dietro il bancone, non il ragazzo che mi risponde sorridente, però rispondo al sorriso. Prendo pure un accendino ed esco, e mi trovo questo ragazzo appena fuori dalla porta che mi dice ciao...dovete vedere la faccia di merda quando salgo in macchina e dico a ranocchio: visto amore che c'è voluto un attimo? -due minuti prima tragedia perché voleva scendere pure lui, ma era più il tempo per togliere le cinture e rimetterle, che tutto il resto-
Piccoli episodi che ti fanno guardare allo specchio e pensare che si, pesi 70 chili(69.7 ad essere precisi) si c'hai ancora quello schifoso scalino del cesareo, ma in fondo è proprio vero che... sti cazzi, sorridi che la vita ti sorride!!!

6 commenti:

mammapiky ha detto...

Lascia che te lo dica anch'io: 31 anni e 2 figli, sei giovanissima!! Io tra un mese ne faccio 40 e a me nessun sorriso mi salva, signora non me lo toglie nessuno ma in fondo mi piace!

due ranocchi per casa ha detto...

Ma nemmeno a me, quella è stata un'eccezione...i primi tempi faceva brutto, ora ci sono abituata ;)

IlMondoRotola ha detto...

Aaaaaah io li ammazzerei tutti i ragazzini ben educati che hanno iniziato a chiamarmi signora dopo i 25!!ma un complimento sull'età ricevuto da una donna fa' più piacere ancora.. Goditi la tua giovinezza ritrovata, io ogni volta che esco (ehm pochine) mollando pupa e marito mi sento elettrica come quando avevo sedici anni!

Dreaming triathlon ha detto...

Bellissimo post e molto vero!!!! I primi tempi non si fa caso al fisico e a come vesti...e anche a me è capitato di pensare ma io davvero andavo in giro con ste cose addosso? Ah ah ah ah! Io del primo sono rimasta cosi traumatizzata dal post parto, quello fisico, che stavolta mi sono impegnata di piu con nutrizionista e palestra e va meglio, ciò non toglie però che pure con 47 kg io a volte mi vedo grossa, perchè nella mia vita prima dei figli ne ho sempre pesati 44/45! E quando fumavo 40...quindi comunque non sono abituata alla ciccia, anzi...e per il signora pure a me me lo dicono sempre e mi fa strano! Mi sento molto sedicenne iNside AhAhahaha eh no, tra un paio di mesi sono 32, sposata e due figli, sono proprio signora eh.....

due ranocchi per casa ha detto...

Idem cate ;)

due ranocchi per casa ha detto...

Dreaming bella, se però mi sbatti in faccia un peso che io non oso nemmeno sognare me ne ricasco in depressione eh!! :D

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...