martedì 30 dicembre 2014

Dipendenza

Quando hai un bimbo piccolo, il primo, il tempo sembra non passare mai.
Ti chiedi quando dormirà tutta la notte, quando inizierà a saltare la poppata notturna, dimentichi che esiste una vita fuori, tu hai quel piccoletto da accudire e tutto ruota intorno alle sue necessità, si esce dopo la poppata, e aspettiamo che adesso sta dormendo e così via. Sei stanca e non vedi l'ora che cresca.
Col secondo è molto diverso, tremila paranoie in meno, anzi, io proprio non me ne sono fatta, la vita che va comunque avanti, perché il grande nel frattempo è cresciuto e non esiste che si aspetta la poppata...il piccolo beve in macchina/bar/strada...
Questo però, almeno a me, ha permesso di godermi la seconda maternità jn maniera differente. Nonostante lo calcolassi molto meno, me lo sono goduta molto di più, ero consapevole che i primi mesi sarebbero volati e quindi l'ho coccolato veramente tanto, complice il fatto che voleva stare solo in braccio a me...

lunedì 29 dicembre 2014

Tempo di buoni propositi

Ci siamo. Il 2014 sta per volgere al termine e io un bilancio non lo so fare. Ho visto l'ingresso di grande alla materna e di piccolo al nido...hanno intrapreso il loro percorso verso il futuro. Ho visto il mettermi seriamente a dieta e iniziare la palestra e quei pantaloni uno ad uno sono stati finalmente presi dall'armadio in cui giacevano da anni, certi ormai sono anche troppo larghi. Ho visto il mio rientro a lavoro, dopo un'estate spassosa e impegnativa con due pargoli da seguire. Ho visto il primo compleanno di piccolo, con tanti palloncini e una torta superbella.

domenica 28 dicembre 2014

Certe volte mi sento cosi ingenua...

Ieri mattina ero a lavoro, pure oggi pomeriggio sto qui che credete? E c'era la cuoca che sostituisce i riposi delle altre.
In realtà io e lei abbiamo lavorato 5 anni insieme nell'altra comunità poi l'alternarsi di tre figli due miei e una sua ci ha fatto perdere di vista per quattro anni...
Comunque... Ci siamo riviste anche altre volte ma non siamo andati oltre i come stai, i bimbi e i problemi di tutti i giorni.
Avevamo un bel rapporto, ma io avevo delle cose da dirle di un'altra collega e per non rovinare il loro rapporto, o meglio la sua completa adorazione verso l'altra, ho preferito tacere. Rischiavo che non mi avrebbe creduta e quindi avrei fatto un casino.
Ieri non so come né perche, lei ha tirato fuori il discorso, nel corso degli anni ha aperto gli occhi e io le ho detto tutto, tutto quello che non era giusto io sapessi...
E li si è aperto un mondo...se prima nominava persone senza fare nomi, poi ha scoperto tutti gli altarini ed è venuto fuori un puttanaio di altissimi livelli...
Mi ha raccontato di quella che si lamenta che il sindaco la tratta male, che la chiama solo per un pompino e la manda via, dell'altra che se la faceva col collega che ora è in turno al mattino con me che "ora non ho tempo ma quando ci rivediamo ti racconto certe storie" e di quest'altra ancora, la sua amica, che passa da una storia all'altra ed è finita a farsi scopare dal nipote di una nostra paziente che ora è morta, e che ha litigato con l'amante del sindaco perché questa ha mandato un SMS provocatorio al suo di amante.
Ora... Stiamo parlando di gente sposata,tra i 40 e i 50 anni con prole al seguito che si scanna per cose che non stanno né in cielo né in terra.
Ho sempre creduto che avere un amante significasse trarne molti profitti,quali regali, evasione, avere un rapporto senza legami, potersi permettere un qualcosa in più a letto che magari ad un marito dopo anni hai un certo disagio a chiedere...e non per ultimo avere la conferma che nonostante la solita routine la donna che è in noi qualcuno è ancora in grado di vederla.
Non voglio fare la puritana ma io un amante non ce l'ho, non lo cerco e non me lo faccio capitare, perché amo mio marito, perché dopo anni che stiamo insieme il rapporto migliora sempre di più, perche mi sentirei una merda a baciare i miei figli sulla bocca,perche io lo faccio, dopo aver usato quella bocca per fare chissà cosa.
Non voglio fare la moralista perche sebbene è un argomento di cui non amo parlare con gli altri, a letto con mio marito non ho alcun limite.
Pero ecco... Ma come si fa a farsi sfruttare cosi e poi lamentarsene? Se accetti questo sto gioco perche ti va bene poi non puoi pretendere che cambi,ne puoi sperare di essere l'unica.
Ma la dignità dove sta? Vai, l'animale sfoga i suoi istinti, nel primo caso senza interessarsi nemmeno un po al tuo piacere e poi ti manda a fanculo.
In questi casi ve lo giuro, non trovo giustificazione, nemmeno a dire che l'altro ti da qualcosa che tuo marito non ti da, perche ti tratta proprio come una puttana e tu sei la sua schiava, senza rispetto, senza minimo interesse.
Ripeto, mi può star bene il discorso, non lo concepisco uguale però, che stacchi, passi quell'ora di solo sesso, senza pensieri, solo per puro piacere, ma qui non è così...
E in questo caso nemmeno a dire che mi lusingherebbe la cosa, che affermerei la mia femminilità, perche, scusate il termine, sono un buco tra tanti.
Poi mi viene un'altra domanda... Ma quante di quelle che urlano al mondo che hanno occhi solo per il marito, poi in realtà per il marito hanno gli occhi e per gli altri tutto il resto?

martedì 23 dicembre 2014

Atmosfera natalizia

Saranno le luci, sarà l'attesa, sarà che per venerdì mettono neve, ma io sto gasatissima...
Peccato che il 24 avrò il turno di notte e torno a casa alle 7:10 e mio figlio che già di solito si sveglia verso le 6 la mattina di natale non oso immaginare a che ora aprirà gli occhi... E mio marito dovrà faticare non poco per trattenerlo in camera, perche la scena di lui che apre il suo regalo non me la voglio perdere. Questo diciamo che è il primo anno che capisce realmente il natale, la nascita di Gesù, il calendario dell'avvento... Il primo anno che chiede e desidera fortemente qualcosa...
E poi c'è il lato malinconico...penso a quanto è stronza tanta gente, penso a mio marito che non avrà la sua famiglia vicino, che per quanto dice che non ne vuole più sapere, non credo che non ci penserà in questi giorni... Penso ai miei tre nipotini che non so che voce hanno, che regali avranno, e com'è il loro viso quando sorridono...
Mia suocera che va a scovare vecchie foto in cui ho taggato mia cognata prima che la cancellassi e mette i mi piace, che a me sanno troppo di provocazione, ma continuo ad ignorare. Quella cogliona di mia cognata che continua con le sue ossessioni... E stavolta non scrive nemmeno troppo in codice, quindi passate le feste vedrò come farla smettere...
E niente... Penso anche a quello con cui ho genitori in comune, perche fratello non è, penso che se oggi bussasse alla mia porta non lo farei nemmeno entrare.
Penso che perdonare mi farebbe stare meglio ma io non posso perdonare qualcuno che davvero per me è come se non ci fosse stato mai su questa terra... Pensiero brutto e cattivo, forse, ma è questo quello che sento.
Una volta parlavo con rabbia, oggi no, ed è proprio vero che quando arriva l'indifferenza non c'è più niente da fare...
Comunque... Staremo a casa con i miei genitori e una mia amica con marito e figli e mangeremo, tanto, forse andremo al cinema sfruttando i nonni, respireremo tanto amore vero e sincero, tutti verso tutti...
Perche è questo quelli di cui abbiamo bisogno, di coprirci di sincerità e affetto sincero, di coccolarci con le persone a cui vogliamo davvero bene.
E il mio augurio per voi è questo... Trascorrere queste feste con persone vere, che vi amano almeno quanto voi amate loro... Buon Natale!!!

martedì 16 dicembre 2014

Obsession

Eccomi... Terzo controllo a 3 mesi... -9 kg
Palestra nuova iniziata...e non mi posso muovere...
E poi un nuovo passatempo, divertente, molto.
All'inizio mi ha fatto male scoprire certe cose, oggi apro gli occhi e faccio le scommesse con mio marito, gli mando messaggi su whatsapp facendo pronostici.
Niente calcio. Niente ippica.
Si tratta di quella deficiente di mia cognata.
Ogni giorno pubblica link di offesa rivolti a me.
Perché penso siano rivolti a me? Perche il suo profilo fb è privato ma certe finezze le rende pubbliche così che io possa leggerle e in passato ci ha aggiunto anche delle parole in codice.
La sua è una vera e propria ossessione, tutti i giorni a tutte le ore.
Per dire... L'altro ieri ho modificato la foto del profilo e lei un'ora dopo ha pubblicato: c'è gente che crede di essere l'ombelico del mondo, ignorando che invece è il buco del culo... E io li leggo si, ma non le do modo di capirlo, ma lei niente, è completamente ossessionata. È completamente accecata da questa forma di rancore che non può che essere invidia.
Intendiamoci... Non è che io sia Belén, manco l'unghia dell'alluce eh... Pero apparentemente siamo una famiglia perfetta, coppia innamorata da 15 anni, che nel tempo si è realizzata mettendo al mondo due meraviglie, perche i figli propri sono sempre i più belli, ma i miei sono oggettivamente due bei bambini, abbiamo una casa grande con taverna e giardino, due posti sicuri... Dico apparentemente perche poi lo sappiamo noi cosa significa fare i salti mortali per incastrare i turni, rinunciare alla giornata da passare tutti insieme PER fare lo straordinario e tutto il resto.
Lei si sta affossando, ha già delle cartelle che sa che arriveranno e aggrava le cose non pagando tasi tari e cazzi vari... Io in pratica sono il capro espiatorio.
Da una parte mi fa sorridere perche è proprio scontata e banale. Dall'altra è preoccupante quanto la sua frustrazione la stia ossessionando...

mercoledì 3 dicembre 2014

Una settimana da di(menticare)o

Siamo solo a mercoledì ma non vedo l'ora che finisca.
Lunedì avevo appuntamento con la mia vicina di casa per fare il gel, tutto organizzato, preparo i bimbi, mi strozzo la colazione, li accompagno all'asilo e alle nove meno dieci sono a casa. Preparo il borsone per la palestra e vado.
Avevo quasi finito con le unghie quando squilla il mio telefono, non rispondo tanto sara di sicuro mio marito.
Squilla di nuovo, fammi rispondere... È mio marito...
Hanno chiamato dal nido, Niccolò ha delle bolle...
E pensare che il giorno prima avevamo incontrato un suo amichetto e la mamma ci aveva detto che il bimbo aveva preso la mani bocca piedi o mani piedi bocca, insomma quella cosa lì... E io le avevo detto che chicco per ora non aveva niente...le ultime parole famose!
Corro al nido lo prelevo e scappo dal pediatra... Tanto è...
Quindi torno a casa e salta la palestra...vabbe pazienza... Solo che sabato finisce l'abbonamento e volevo almeno salutarli, ma penso proprio di non farcela...
Chicco sta bene, bolle su mani e piedi non ne ha, giusto un paio sulle labbra, in compenso ha molari e premolari che stanno per sbucare... Sara per quello che non si dorme la notte, ha appena tirato fuori i canini... Nemmeno 13 mesi e ha già 12 denti...
Comunque, col lavoro un casino,cambi turno assurdi, mio padre a tappare i buchi che non riusciamo a coprire.
Riunione dell'infanzia saltata, ieri pomeriggio con tutti e due, dani che dormiva, quest'altro lebbroso e fuori il diluvio universale...da sola non ce la potevo proprio fare.
Inoltre mercoledì ho il controllo dal dietologo e fino ad allora devo incastrare ceretta, prelievo ematico, test nella nuova palestra che martedì dovrei iniziare, il blocchetto della mensa che oggi ho staccato l'ultimo per dani e quindi sosta alle poste e fila al comune... Il tutto contando che marito ha il turno di mattina e la maggior parte di sti casini li devo sbrigare proprio al mattino...e come contorno una marea di panni da lavare, stirare e piegare...
Senza dimenticare che devo portare il cartellino di novembre in ditta e avrei pure una riunione con la coordinatrice...
Ah...ci sarebbero pure l'albero e il presepe!!!
Ce la faremo...boh...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...