lunedì 2 dicembre 2013

Facciamo le prove... quando provi a immaginare, la realtà è moooolto lontana

Qui in Abruzzo piove ininterrottamente da ieri, ma noi non ci siamo scoraggiati, no, ieri mattina alle 11 siamo andati al vivaio a scegliere l'albero di natale, un bell'abete in vaso, enorme, che poi dal prossimo anno illuminismo in giardino.
Dani tutto emozionato che se ne stava buono buono e popopo che dormiva nel suo nido ovattato...aveva mangiato e fatto caccia giusto dieci minuti prima...non poteva che dormire! Un quadretto meraviglioso, la mia splendida famiglia!

Sulla strada del ritorno puzzetta grande crolla in macchina e io dico a marito: perfetto, il sugo è pronto, secondo e contorno pure, oggi sono proprio spensierata.
E lui risponde: dai che mo cuciniamo, sveglio Daniele, mangiamo e poi andiamo al centro commerciale, lo facciamo dormire nel passeggino e via,se no se aspettiamo che si sveglia non usciamo più!
Arriviamo e Dani si sveglia, iniziano i capricci da sonno interrotto, ci sediamo a tavola e non mangia niente, intanto Niccolò si sveglia che vuole mangiare...se non avessi avuto tutto pronto probabilmente non avremmo nemmeno potuto cucinare...
Sistemo in fretta la cucina e usciamo, che tanto adesso crolla in macchina!
Per strada era attratto da tutto e col cavolo che si è addormentato...fino a un minuto prima di entrare nel parcheggio non è stato zitto mai.
Mentre scarichiamo navetta e passeggino ci diciamo: dai, che per un' ora ci rilassiamo!
Entriamo e il tempo di guardare due vetrine di numero che piccoletto inizia a urlare, corsa al primo divanetto, lo allatto e si addormenta in braccio, lo metto nella navetta e ripartiamo all' avventura.
Tre minuti e si sveglia il grande, che non ha dormito niente, ma noi non demordiamo e andiamo a prendere le scarpe da tennis per lui...in fila alla cassa Niccolò si ricorda chiedere finire di fare la pappa, così stavolta decidiamo di andare al bar,almeno fanno merenda entrambi.
Segue il cambio pannolino, che dio lo benedica, perché finché si scarica non ha coliche!!!
Oooohhhh e mo basta!!!
Andiamo da oviesse a prendere le tute, che il grande ha deciso di crescere in settimana! Io faccio la fila in cassa e marito porta Dani a fare pipì.
Poi finalmente entriamo all'iper e con tutte quelle luci, palle, scaffali di giochi, figuriamoci se riusciamo a far sedere Daniele! E allora, lo so già che non si fa, quale vuoi, questo di peppa o questo dei puffi? Cestino di monetine di cioccolata e lo abbiamo fregato! Facciamo un Po di spesa al volo e sappiamo, decisamente provati.
In macchina tempo tre minuti e anche il gigante crolla...e vissero tutti felici e contenti...
Giusto il tempo di tornare a casa...
Non è come lo avevamo immaginato, ma rimanendo calmi ci siamo pure divertiti.

4 commenti:

Cuoreotesta ha detto...

noi asabato abbiamo avuto la stupendissimissima idea di andare alla fiera dell'artigianato a milano con la piccola, sono venute anche le grandi che tempo mezz'ora se ne sono andate per i fatti loro.. mia madre aveva detto lasciate la piccola a casa si stufa e voi non vedete nulla.. mai parole più vere!!! scendi dal passeggino, sali sul passeggino, ho fame ho sete, voglio il ciuccio voglio sdraiarmi voglio alzarmi... quante mai!!! non è mai come si'immagina Tania.. sempre peggio! :-)

Ely blogger ha detto...

Dai che alla fine hai fatto due capolavori ;)
immagino come possa esser stancante esser una mamma-bis.

tania ha detto...

Lauraaa che fine hai fatto?? Come va?

tania ha detto...

Ely si, è dura.
Ma sono felice!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...