mercoledì 2 novembre 2016

Aggiornamento

Siamo qui, a casa da una settimana, con le scuole chiuse in tutta la provincia, per ora dovrebbero riaprire lunedì,  se non ci sono altre forti scosse. Fortunatamente noi per ora non abbiamo riportato danni, solo paura. I bimbi non si sono accorti di niente, stiamo dormendo in taverna tra divano letto e brandine e qui si avvertono giusto le scosse più forti. Nel teramano però le case inagibili sono tante e chi vive in appartamento dal secondo piano in poi vive proprio nel terrore.  Niccolò la sta vivendo come una lunga vacanza, dani vede le immagini in TV,  ma non ha capito la gravità della situazione. Gente che condivide link di premonizioni catastrofiche e che scrive "scossaaaa" alla prima occasione, quasi come fosse un gioco, quando io ho pensato solo a tirare fuori i bimbi mentre tremava tutto, così,  in pigiama e senza scarpe...  siamo stati toccati già anni fa dal terremoto dell'aquila e inevitabilmente si sta qui un po' passivi, come ad aspettare non si sa cosa. Ma la vita va avanti e per fortuna coi bimbi la TV è  accesa sui cartoni o sulle canzoni di natale, così ci si pensa un po' meno, col loro giocare/litigare/cantare/urlare continuo ci si distrae un po'.
E poi però c'è la notizia di un ragazzo del mio paese, 36 anni, titolare di un bar vicino casa, che stamattina non è arrivato ad aprire il bar perché è morto contro un camion. E c'è la situazione dei miei cugini che non è facile da gestire, con mio padre che è abbastanza provato sia fisicamente che psicologicamente dalla situazione. E c'è mia zia, la sorella di mia madre, ricoverata in ospedale e mia nonna allettata a casa, con mia cugina che o sta dalla madre o sta a lavoro e mia madre che deve dividersi tra lavoro, casa di mio zio, casa di mia zia e soffre la mancanza dei nipoti, così come loro patiscono l'assenza dei nonni... e in tutto ciò la piccolina se ne sta beata in pancia, che adesso scalcia per bene come a voler ricordare che la vita vince sempre...

4 commenti:

Dreaming triathlon ha detto...

Tania purtroppo come recita un link che avevo condiviso noi siamo niente...oggi ci sei domani chi lo sa?? I bambini le nuove vite le cose belle aiutano a non pensare a quelle brutte e la vita alla fine vince sempre..ma la morte esiste cosi come le malattie...tu fai bene a ritagliarti i momenti di serenità con loro..Carlo sta all'asilo qui tutto regolare ma sapessi che ansia..ma che fai? La vita continua e va avanti..inutile pensare al peggio..

manu ha detto...

Si la vita è sempre piu' forte e w i cartoni animati e i bambini che distraggono da tutto il resto...

IlMondoRotola ha detto...

Non riesco a immaginare l' angoscia a sentire continuamente la terra tremare.. E non poterci fare nulla.
Per il resto in questo momento, cerca di concentrarti sulle cose belle che ci sono intorno a te, un pensiero sempre ai tuoi cari che soffrono ma non dimenticarti di notare anche le gioie.
Un abbraccio forte

mammapiky ha detto...

Anche tu nella zona critica? Noi ormai non ci facciamo nemmeno più caso, per quanto possibile, abitiamo all'ultimo piano di un casolare e da quassù si sente tremare tutto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...