sabato 10 dicembre 2016

Cambiamenti

In questa settimana trascorsa tra queste quattro mura ho avuto modo di guardarmi dentro, di giorno e ancor più di notte, quando ormai passo almeno due ore nel letto a rigirarmi, senza vocine urlanti, cullata dalla melodia dei loro respiri e presa a calci da questa piccola vita che ogni giorno mi ricorda che manca davvero poco perché la mia famiglia raggiunga la perfezione.
Ho pensato che da una parte inizio ad essere veramente stanca, lunedì ci affacciamo al settimo mese e le caviglie si gonfiano, la pancia ormai è un pancione ingombrante che mi rende un'impresa anche raccogliere i giochi a terra, il fiato si fa sempre più corto e il reflusso è il mio miglior amico. Dall'altra parte c'è una strana serenità, l'aver più o meno ripreso i rapporti con la famiglia di mio marito, il sapere che lui di sicuro è felice che i suoi genitori facciano parte della vita dei nostri figli, mio fratello che piano piano sta ammettendo i suoi sbagli, che io lo so che davanti allo specchio se li è visti tutti stampati addosso e per me è questo quello che conta veramente, poi che lo ammetta con me e faccia i primi passi a me cambia poco. Forse è proprio vero che siamo noi ad attirarci positività e negatività nella vita e questa mia tranquillità scaccia il male da sé.
Poi vabbe ci sono mia cugina e mia zia che passo a trovare mia nonna e nemmeno una parola sull'arrivo di asia, ma sti cazzi, non stanno vivendo un bel momento e voglio anche capire quel pizzico di invidia perché la mia vita è apparentemente tutta rose e fiori.
A completare questo quadro giovedì sera mi arriva una notifica su fb, un mio contatto ha aperto un profilo. Io in realtà quel contatto in rubrica non ce l'ho, forse starà sulla memoria Sim,  imboscato chissà dove, ma a me non appare, anche se quel numero lo conosco a memoria, da prima di ricordare il mio. Negli anni passati ho fatto più volte quel numero di quanto non avessi fatto quello del mio allora fidanzato, a quel numero sono associati ricordi indelebili, tanti brutti, ma tanti stupendi, della spensieratezza della mia gioventù. Non faccio in tempo a dare una sbirciata a quel profilo, vedo che ha solo 3 amici, il marito, la madre e una ragazza che non so chi sia, quando mi arriva la richiesta di amicizia. Ecco, mi si è stampato un sorriso in faccia, perché dopo quasi 10 anni che se ci vediamo cerchiamo di evitarci o se proprio non riusciamo non andiamo oltre un saluto di circostanza, se ha pensato subito a me, cosa che io col mio orgoglio non avrei mai fatto!, vuol dire che forse forse questo tempo non ci ha allontanate. Abbiamo giocato ad essere forti e ad ignorarci sapendo e volendo far male l'una all'altra in questo modo. Intanto siamo diventate mamme, lei da 5 mesi, e forse è vero che con la maternità si rivedono le priorità nella vita. Magari mi sono fatta tutta un film, da pippona paranoica che sono, magari ha premuto quel tasto con leggerezza senza pensare troppo oppure solo per mostrare che comunque è felice anche senza di me...boh...chi lo sa!
A me ha fatto piacere e solo il tempo ci dirà se quel posto che non sono mai più riuscita a rimpiazzare se lo riprende di forza la mia migliore amica...

4 commenti:

GiorgiaLand ha detto...

se questo legame è così forte dopo tanto tempo...allora si piano piano si ricreerà perchè ci sono persone che non si possono "lasciare andare"

Nia ha detto...

E se anche brava tu, che avresti potuto pensare "male" di quella richiesta di contatto

due ranocchi per casa ha detto...

Oddio... il male non ce l'ho proprio visto, speriamo non sia così, ma alla fine finora ho vissuto lo stesso senza di lei, quindi se c'è del buono che ben venga, altrimenti amen

manu ha detto...

Certi amori non finiscono fanno dei giri immensi e poi ritornano....la serenità è impagabile

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...